Press

Le sfide per le aziende che pensano al benessere dei dipendenti

Sfide per le aziende

Dopo quanto emerso dal 1° Rapporto Censis-Eudaimon - pubblicato a gennaio 2018 - secondo il

quale lo sviluppo del welfare aziendale:

- è legato alla capacità concreta di migliorare la qualità complessiva della vita dei lavoratori, con particolare riferimento alle risposte a quei bisogni sociali che sempre meno trovano tutela nel welfare tradizionale;

- è da intendere non come un moltiplicatore di benefit indefiniti ma una piattaforma di servizi, prestazioni e tutele che genera copertura aggiuntiva e personalizzata per lavoratori e famiglie,

il nuovo studio a firma Censis-Eudaimon - presentato il 20 giugno a Milano - si concentra sui temi dell’accesso al welfare, che siano di informazione, conoscenza o che siano di supporto all’individuazione e selezione dei servizi e percorsi di tutela più adatti alle persone coinvolte. Quattro le macro aree di analisi coinvolte:


1. Orientamento dei lavoratori alla scelta dei servizi di welfare

2. Forme e intensità delle nuove difficoltà di accesso

3. Emergenza permanente della non autosufficienza

In questa direzione, Eudaimon ha implementato Altuofianco, il servizio di supporto ai lavoratori nella gestione delle situazioni di fragilità familiari (necessità socio-assistenziali personali e dei famigliari, bisogni educativi dei propri figli, disorientamento nella gestione di situazioni legate al quotidiano) attraverso un care manager che incontrerà la persona e, dopo aver analizzato la problematica, co-progetterà un servizio su misura corrispondente al bisogno, alle caratteristiche e agli orari richiesti.

4. Orientamento scolastico e per il mercato del lavoro

«Penso a soluzioni che stimolino il confronto, che rafforzino la consapevolezza delle potenzialità di ognuno e, indefinitiva, aiutino a fare scelte informate», spiega Alberto Perfumo - amministratore delegato di Eudaimon, «soluzioni che le imprese più virtuose possono estendere al di fuori dei propri uffici e stabilimenti, e aprire ai ragazzi dei territori in cui opera l’impresa, collaborando a quella novità della scuola italiana chiamata alternanza scuola-lavoro. Per questo motivo, Eudaimon ha da poco lanciato il nuovo servizio chiamato On The Road – In viaggio verso la scuola e il lavoro: un percorso di orientamento per i figli dei lavoratori, che ha l’obiettivo di rendere la persona “autonoma” nel processo di conoscenza di sé e delle proprie caratteristiche peculiari, sviluppando una maggiore consapevolezza sulle scelte future formative o professionali».

Welfare. Equo accesso e buon orientamento ai servizi